TAR LAZIO (ROMA) - SENTENZA 04.10.2023 N. 14681

In caso di concorsi pubblici con quiz a risposta multipla, i quesiti non devono formulare domande ambigue e confondenti, tali da condurre il candidato a scegliere tra la "meno errata" o "l'approssimativamente più accettabile", lasciando dunque spazio ad una possibile interpretazione soggettiva della Commissione. Va conseguentemente annullata l'esclusione di un candidato, nel caso in cui, il quesito rispetto al quale il concorrente avrebbe fornito una risposta errata, si mostri sostanzialmente illegittimo perché, a causa della sua non puntuale formulazione, può condurre a più risposte esatte e non già ad un’unica risposta “oggettivamente” corretta..
Leggi la sentenza integrale

 

Dove siamo

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.