TAR CALABRIA (CATANZARO) - SENTENZA 05.04.2024 N. 555

In materia di concessioni demaniali marittime per finalità turistico-ricreative, deve ritenersi che le disposizioni legislative nazionali che hanno disposto (e che in futuro dovessero ancora disporre) la proroga automatica di tali concessioni, sono in contrasto con il diritto eurounitario, segnatamente con l’art. 49 TFUE e con l’art. 12 della direttiva 2006/123/CE; tali norme, pertanto, non devono essere applicate né dai giudici, né dalla pubblica amministrazione. La disapplicazione riguarda anche la più recente disposizione normativa recante una previsione di proroga ex lege delle concessioni demaniali marittime ad uso turistico ricreativo contemplata dall’art. 3 l. 5.08.2022, n. 118 (anche in combinato disposto con l’art. 10-quater, comma 3, d.l. 29.12.2022, n. 198, conv. con mod. con l. 24.02.2023, n. 14). ...
Leggi la sentenza integrale

 

Dove siamo

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.