CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA 05.12.2023 N. 10510

Ai sensi dell’art. 101 c.p.a., il ricorrente ha l’onere di specificare i motivi di appello, non potendo limitarsi ad un generico richiamo delle ragioni già presentate dinanzi al giudice di primo grado, essendo onerato di dover contestare specificamente sul punto la sentenza impugnata. La circostanza per la quale l'impugnazione in appello costituisca un mezzo di gravame avente "effetto devolutivo", non esclude l’obbligo dell’appellante di indicare nell’atto le specifiche critiche rivolte alla sentenza impugnata e, inoltre, i motivi per i quali le conclusioni del primo giudice non sono condivisibili, non potendo il ricorso in appello limitarsi ad una generica riproposizione degli argomenti dedotti in primo grado ...
Leggi la sentenza integrale

 

Dove siamo

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.