TAR SICILIA - SENTENZA 18.10.2016 N. 2397

Premesso che non sussiste in materia di pubblici concorsi una norma specifica in tema di astensione e ricusazione, risultano applicabili i principi generali in materia di azione amministrativa e, per analogia, le norme settoriali vigenti, tra cui rientrano senz'altro le previsioni degli articoli 51 e 52 Codice di procedura civile. Ne consegue che deve ritenersi illegittimo il decreto con il quale il Rettore ha rigettato l’istanza di ricusazione avanzata da un candidato nei confronti di un commissario di un concorso indetto per la copertura di un posto di ricercatore universitario, nel caso in cui sia risultata accertata l’esistenza di uno stretto rapporto di collaborazione professionale tra detto commissario e un altro candidato e, in particolare, il commissario stesso sia coautore, insieme al candidato di numerosi lavori scientifici (nella specie si trattava di n. 44 pubblicazioni scientifiche); infatti, la comprovata sussistenza di tale stretto rapporto di collaborazione è tale da giustificare l’obbligo di astensione del primo nella procedura concorsuale alla quale ha partecipato, vincendola, il secondo....
Leggi la sentenza integrale

Dove siamo

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.