TAR LOMBARDIA - SENTENZA 23.08.2017 N. 1759

E' legittima l'aggiudicazione di una gara d'appalto disposta in favore di una società che, adempiendo all’obbligo previsto dal bando attraverso la compilazione del modulo di partecipazione online ed avente ad oggetto l'indicazione dei costi per la sicurezza, ha indicato, nella propria offerta economica, “costi aziendali interni relativi alla sicurezza” pari a euro 0,00 (zero), qualora l'appalto abbia ad oggetto un servizio di natura intellettuale (sviluppo e gestione sistemi informativi). Difatti anche in vigenza del nuovo codice dei contratti (D.Lgs. n. 50/2016) deve ritenersi confermato il principio già chiarito dalla precedente giurisprudenza per la quale l’indicazione di oneri interni per la sicurezza pari a zero in caso di appalto di servizio di ordine intellettuale non comporta di per sé l’esclusione della concorrente per motivi di ordine formale ed in particolare per violazione dell’art. 95, comma 10 del d.lgs. n. 18 aprile 2016 n. 50, dovendosi piuttosto valutare in concreto, ai fini dell’anomalia dell’offerta, se tale dichiarazione sia congrua....
Leggi la sentenza integrale

Dove siamo